Gravidanza

Tatuaggi in gravidanza. Si può?

Forse hai pensato di ricordare questo momento speciale della tua vita ottenendo un tatuaggio, o forse hai dei timori riguardo ai tatuaggi esistenti durante la gravidanza. Per lo più, vuoi solo che tutto sia al sicuro per te e il tuo bambino. Questa informazione sarà utile per te quando ti prendi cura dei tatuaggi che hai già e decidi se farti tatuare durante la gravidanza.

La principale preoccupazione nell’ottenere un tatuaggio durante la gravidanza è il rischio di contrarre un’infezione, come l’epatite B e l’HIV. Anche se il rischio è piccolo, si consiglia di attendere per ottenere un tatuaggio fino a dopo la nascita del bambino.

Poche informazioni sono disponibili sulla sicurezza dei coloranti della pelle utilizzati per il tatuaggio durante la gravidanza. È possibile che le sostanze chimiche presenti nella tintura possano influenzare lo sviluppo del bambino durante le prime 12 settimane. Tuttavia, i rischi sono sconosciuti, così come qualsiasi effetto sul bambino durante il resto della gravidanza.

Alcune donne potrebbero aver anche sentito dire che se hanno un tatuaggio sulla schiena, non saranno in grado di ottenere un’epidurale. Sono stati fatti pochissimi studi sui rischi che potrebbero esistere per le donne che hanno tatuaggi arretrati e ricevono un’epidurale. Finora nessuno di questi studi ha definitivamente trovato alcun dato che indichi che ci sono rischi, quindi la maggior parte degli anestesisti non ha problemi a dare un’epidurale a una donna con un tatuaggio alla schiena.

Se vuoi un’epidurale e hai un tatuaggio sulla schiena, sarebbe comunque meglio contattare l’ospedale e scoprire la politica in materia di tatuaggi ed epidurali. Inoltre, puoi trasmettere l’infezione al tuo bambino se stai allattando al seno, sebbene il rischio sia piccolo. In definitiva, è una tua decisione, ma potresti voler aspettare che non ti allatti al seno per ottenere un nuovo tatuaggio.

Che dire dell’henné?


Per migliaia di anni, le donne in Egitto, in India e in gran parte del Medio Oriente hanno portato “buona fortuna” alle loro gravidanze applicando bellissimi disegni di henné sulle loro pance gravide nel terzo trimestre. Secondo la leggenda, l’henné porterà sicurezza nel parto e un bambino felice.

Se sei interessato a questa alternativa temporanea, tieni presente che esistono diversi tipi di henné. L’henné naturale e sicuro colora la buccia di arancia, rosso, marrone, cannella, mattone, cioccolato o caffè e può durare da una a quattro settimane. L’henné naturale e sicuro non viene in un colore nero. Vuoi essere assolutamente sicuro che l’artista stia usando prodotti puri e naturali e NON l’henné nero.

L’henné nero non è sicuro per nessuno, incinta o no. L’henné nero contiene para-fenilendiammina (PPD), che provoca ustioni, vesciche e varie reazioni che possono durare mesi ed è difficile da diagnosticare e trattare.

Se hai dubbi su un tatuaggio o un henné esistente, parla con il tuo medico.

Una cosa da considerare quando si pianifica un tatuaggio durante una gravidanza, è che il tuo corpo subisce molti cambiamenti rapidi e drammatici – sia durante che dopo la gravidanza.

Ovviamente, la pelle su e intorno allo stomaco si allungherà. Potrebbero anche formarsi smagliature che potrebbero influenzare il punto in cui ti piacerebbe avere un tatuaggio. È anche probabile che tu abbia un certo aumento di peso durante la gravidanza e poi una certa perdita di peso dopo aver consegnato il bambino.

Tutti questi potrebbero influenzare il modo in cui il tuo design appare. A seconda di dove pensi di ottenere il tatuaggio (specialmente lo stomaco), potrebbe valere la pena aspettare che il tuo corpo si assesti nella sua nuova forma normale.

Ci sono anche alcuni rischi innegabili per ottenere un tatuaggio durante la gravidanza, e anche quando gli effetti avversi sono rari, possono essere seri.

Se questi rischi valgano o meno, dipende da te. Alcune donne contrarranno il tatuaggio mentre sono incinte. Altri soppesano i rischi e decidono di andare avanti con esso.

Quindi quali sono esattamente i rischi e le considerazioni che dovresti tenere a mente, prima di prendere una decisione su come farsi tatuare durante la gravidanza?


Durante la gravidanza, potresti sentirti dolorante, dolorante e a disagio anche quando sei seduto su una sedia morbida. A seconda del tatuaggio che desideri e della sua posizione, potresti dover sedere in una posizione scomoda per almeno un’ora mentre lo fai.

Se hai difficoltà a tollerare di stare seduto in un posto per un lungo periodo di tempo, è meglio riprogrammare il tatuaggio qualche volta dopo il parto.
Il tatuaggio comporta la creazione di piccole ferite aperte e il contatto con il sangue. Ciò significa che c’è sempre un piccolo rischio di contrarre un’infezione, indipendentemente da quanto sicura e pulita sia la struttura che usi.

Questa è una preoccupazione che si alza occasionalmente. L’inchiostro del tatuaggio non si siede sulla superficie della pelle, ma viene tatuato sotto uno strato di esso (fa parte di ciò che lo rende permanente). Inoltre, c’è il fatto che il processo di tatuaggio comporta l’apertura dei vasi sanguigni. Di conseguenza, è possibile che parte dell’inchiostro si faccia strada attraverso il flusso sanguigno e raggiunga il bambino.

Questa preoccupazione è aggravata dal fatto che molti inchiostri per tatuaggi professionali contengono metalli pesanti. Mentre sono in quantità e concentrazioni che sono sicure per gli adulti, potrebbero avere un effetto dannoso su un feto in via di sviluppo.

Eppure, la verità è che nessuno lo sa davvero. Ci sono state così poche ricerche su questo che i rischi sono solo speculativi.