GravidanzaMamme

Autoipnosi durante il parto: cosa dovresti sapere

ipnosi per il parto

La filosofia di vita di alcune persone significa che l’uso dell’autoipnosi durante il travaglio è l’opzione migliore per una futura madre.

Controllare le tue paure e il dolore che può verificarsi durante il travaglio è possibile attraverso l’autoipnosi durante il parto.

L’ipnosi può essere definita come uno stato di rilassamento della mente. Tuttavia, associamo sempre questa idea all’immagine di una persona con un pendolo davanti agli occhi di un’altra persona, parlando con loro a bassa voce.

L’autoipnosi durante il parto ( chiamata anche ipnobirthing ) non ha nulla a che fare con questa idea, e le madri la usano durante il parto per controllare il dolore. Potremmo dire che è un tipo di “auto-anestesia”.

Prepararsi all’autoipnosi durante il parto

Allo stesso modo in cui le mamme frequentano le lezioni per prepararle al parto, dovresti frequentarle anche se decidi di utilizzare questa tecnica “psicologica epidurale” quando arriva il momento di partorire.

Queste lezioni inizieranno nel settimo mese di gravidanza per prepararti al grande momento. Di solito comprendono circa otto sessioni.

La prima classe

Nella prima lezione, il terapeuta spiegherà la procedura di autoipnosi e tutte le informazioni che una futura madre dovrà tenere a mente durante il parto.

La prima classe è ciò che aiuta le madri a decidere se vogliono davvero optare per questo tipo di aiuto, o meno , tenendo conto di tutte le informazioni offerte loro. Oltre a questo, possono anche fare un breve test per vedere se funziona davvero per loro.

Autoipnosi durante il parto: cosa dovresti sapere

La seconda classe

Dalla seconda lezione in poi, l’istruttore inizierà ad approfondire i nostri stati d’animo , oltre ad insegnare una serie di tecniche di rilassamento muscolare . L’obiettivo qui è che la madre inizi a imparare a rilassarsi.

La terza classe di autoipnosi

Le donne apprenderanno le tecniche di rilassamento mediante esercizi di respirazione dalla terza classe in poi. Quando la madre avrà riposto tutta la sua fiducia nel processo di autoipnosi durante il parto, inizierà davvero a rilassarsi.

Durante il travaglio, è molto utile per una madre imparare a fare esercizi di respirazione. Questo l’aiuterà a concentrarsi e controllare il suo respiro ea cercare di dimenticare quello che le succede intorno.

Dalla quarta classe in poi

Dalla quarta classe in poi, le donne inizieranno ad apprendere le tecniche di induzione per consentire alla madre di raggiungere lo stato di ipnosi che desidera raggiungere.

Quando la madre sarà in grado di eseguire da sola questa tecnica di induzione, sarà pronta a eseguirla anche durante il parto. È importante che, una volta padroneggiata la tecnica, continui a praticarla durante le restanti settimane di gravidanza in modo da poterla applicare bene durante il parto.

Autoipnosi durante il parto: cosa dovresti sapere

L’ipnobirthing è un metodo di parto che utilizza tecniche di autoipnosi e rilassamento per aiutare una donna a sentirsi preparata fisicamente, mentalmente e spiritualmente e ridurre la sua consapevolezza di paura, ansia e dolore durante il parto.

Sebbene i programmi specifici differiscano, le lezioni di ipnobirthing generalmente insegnano ai partecipanti a praticare e utilizzare una combinazione di musica, visualizzazione, pensiero positivo e parole per rilassare il corpo e controllare le sensazioni durante il travaglio. Tieni presente che l’ipnobirthing può essere utilizzato in combinazione con molte altre tecniche di parto.

La ricerca che esamina i benefici dell’ipnobirthing è mista. Tuttavia, alcune ricerche suggeriscono che l’ipnobirthing potrebbe essere più efficace di altri interventi per ridurre il dolore del travaglio.

Se sei interessato a saperne di più sull’ipnobirthing, parla con il tuo medico. Lui o lei potrebbe consigliare un educatore al parto certificato in ipnobirthing o un altro professionista che possa aiutarti a determinare se l’ipnobirthing è giusto per te.

Vantaggi e svantaggi dell’autoipnosi durante il parto

Vantaggi

L’autoipnosi durante il parto è l’ideale per le donne che, a causa delle loro convinzioni, o semplicemente per la loro filosofia di vita, vogliono evitare il più possibile i farmaci o, in alcuni casi, non usarne affatto.

Questo è un vantaggio, perché l’uso dell’ipnosi non comporta alcun tipo di rischio per la madre o il bambino, mentre i farmaci possono farlo. Oltre a questo, molte donne si sentiranno felici e rilassate con se stesse quando vedranno di essere in grado di controllare il proprio corpo e la propria mente.

Svantaggi dell’autoipnosi durante il parto

La madre può praticare le tecniche durante la gravidanza e frequentare corsi di preparazione, ma poi, quando è in travaglio, potrebbe non essere in grado di metterla in pratica. Di conseguenza, i medici dovranno utilizzare farmaci o un’epidurale, e questo a volte può traumatizzare la madre perché non è stata in grado di eseguire con successo l’autoipnosi.

È anche possibile che la futura madre non l’abbia praticato abbastanza durante la gravidanza. Questo è essenziale affinché tutto vada bene durante il travaglio.

Infine, un altro grande svantaggio dell’autoipnosi durante il parto è che i corsi sono costosi. Non tutti potranno permetterselo.